venerdì 25 novembre 2016

Lampada catalitica

Dimenticavo! Ho anche una bella lampada catalitica. Me ne ha fatto graditissimo dono una carissima amica alla quale voglio molto bene... Grazie! Considerazione su questo particolare oggetto: davvero fantastico! Lampade catalitiche: che invenzione! Per chi le conosce, sa già come funzionano. Per chi non le conosce, sono delle graziose "bottigliette" (definiamole cosi anche se non è proprio un termine corretto) dotate di uno speciale "stoppino" definito appunto catalitico; all'interno vengono riempite di specifico combustibile che nel caso di questo utilizzo, può essere neutro oppure profumato. 
Io personalmente le conosco da moltissimi anni (forse una quindicina...), ma ho cominciato a usarle da circa un paio d'anni più o meno.

Ok! Ora... di chimica non ci capisco 'na mazza, ma cercherò di spiegare (ci proverò...sigh! Se dico eresie, fatelo presente, cosi imparo anch'io!!!) più o meno come agiscono. Dunque: per mezzo di una reazione chimica denominata appunto catalisi, queste lampade sono consigliatissime per sterilizzare gli ambienti in maniera abbastanza naturale. Il processo avviene senza fiamma attiva; la combustione catalitica, si verifica a una temperatura più bassa rispetto alla combustione termica (anche se la faccenda poi...avviene per "forza cinetica"!) e tutto questo grazie a uno speciale impianto, che nel caso delle lampade è proprio lo "stoppone" particolare. Il sistema è equipaggiato cosi: sopra c'è una piccola pietra in ceramica ma dalla superficie ampia, in modo tale che le zone dove avviene la reazione catalitica siano alimentate maggiormente: + zone attive...+ catalisi = maggior efficienza. Poi c'è un catalizzatore (senza la sua presenza sarebbe impossibile avviare codesta situazione!);  un supporto metallico e un cordino abbastanza lungo quanto basta, in puro cotone. La corrente gassosa che passa accanto alla pietra incandescente, subisce una sorta (definiamola così...) di "metamorfosi" chimica; le molecole si crackano [dall’ingl. (tocrack «spezzare, rompere»] e si ossidano per mezzo della parte di metallo nobile raro e prezioso (oro, argento, platino, rodio, palladio...di solito nel caso degli stoppini per lampade catalitiche, viene usato il platino) che è il catalizzatore vero e proprio. Il catalizzatore accelera e velocizza l'effetto, senza per questo subire modifiche o alterazioni. Senza di esso, alcune reazioni chimiche avverrebbero in tempi lunghissimi oppure non avverrebbero affatto! Anche le molecole responsabili del cattivo odore (esse non vengono coperte come fanno i normali profumatori!) molto instabili, come diversi tipi di batteri e microorganismi nocivi vengono distrutti dal fenomeno della catalisi, che ne modifica la struttura cellulare impedendone la ricombinazione: in questo modo è come se..."morissero"! Una produzione del fenomeno catalitico, è una piccolissima quanto ininfluente produzione d'Ozono ( non inquina e non dà fastidio...) che serve proprio a questo scopo; infatti l'Ozono è risaputo che a volte viene usato come depuratore proprio perché è noto il suo alto potente disinfettante. Ne conviene che l'aria circostante viene appunto sterilizzata, e gran parte dei batteri vengono eliminati.  L'aspetto "deodorante" delle lampade è assolutamente marginale, perché la vera funzione della combustione catalitica è quella di depurare l'aria da agenti batterici, sostanze nocive e inquinanti che causano cattivi odori; pensiamo alla classica...marmitta delle nostre automobili! Alla soluzione alcolica (alcool isopropilico), si aggiungono oli essenziali o profumi di sintesi, atti ad essere diffusi durante il processo catalitico, nell'ambiente circostante. A volte i combustibili, specialmente se non proprio specifici, potrebbero rovinare il catalizzatore "avvelenandolo" e inibendo cosi la sua funzione. Sempre meglio usare prodotti adatti proprio per favorire al meglio la catalitisi, che appunto è causata da una reazione chimica molecolare e forza cinetica, con tutti i "protagonisti" in perfetta simbiosi tra loro! Ovviamente col tempo, alcuni depositi dovuti alla combustione, si potrebbero depositare sulla superficie della pietra; un pochino di buona manutenzione ( e pazienza!), garantirà sempre un' efficiente funzionalità dello stoppino e delle nostre amate "lampadone". Lo stoppino se mantenuto in maniera efficiente, dovrebbe durare circa un anno; anche due a volte dicono i produttori! Dopo questo periodo va sostituito. In ogni modo prima di buttarlo via, si può tentare di ripulirlo facendolo "andare" con del liquido neutro senza profumo.
Il costo un pochino elevato di questi stoppini particolari, è dato proprio dalla presenza del prezioso catalizzatore.

😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊

L'invenzione delle lampade catalitiche inizia press'a poco così: sul finire dell'800 (tanto per essere più essere precisi, correva l'anno 1898), le condizioni igieniche negli ospedali erano piuttosto precarie; quindi era urgente e necessario trovare un sistema per cercare di mantenere gli ambienti il più possibile igienizzati e sanificati, onde evitare in questo modo la proliferazione batterica. Un medico farmacista francese dell'epoca, un certo Maurice Berger, ebbe una grande idea: uno stratagemma molto efficace, che sfruttava una piccola, semplice  reazione chimica: la combustione catalitica. Dalla brillante mente di quest'uomo, nacque in questo modo la prima lampada. In seguito il suo inventore, ebbe un nuovo lampo di genio: inserire nel liquido combustibile alcoolico, delle essenze profumate naturali, cosi da sfruttarne a pieno, anche la funzione deodorante oltre che disinfettante...Il successo fu immenso! La lampada divenne un meraviglioso oggetto d'arredo ed un prodotto unico e raffinato. Il passo successivo di Berger fú quello di depositare il brevetto di questo splendido gioiellino, dando così origine alla nascita dell' oramai famosissimo marchio Lampe Berger®, che tutti noi oggi conosciamo. Attualmente l'azienda, ha cambiato il suo nome in Maison Berger Paris® e abbraccia tutta una serie di prodotti raffinati ed esclusivi destinati alla profumazione degli ambienti sia domestici che pubblici.


😽😽😽😽😽😽😽😽😽😽

La lampada catalitica funziona così. Si riempie la bottiglia di liquido (generalmente a 1/3 della sua capacità). Si inserisce lo stoppino (anzi...lo stoppone!) e si lascia riposare per circa 20 minuti; giusto il tempo affinché per effetto della capillarità, il cordino s'impregni del liquido. A questo punto si accende la pietra e si lascia riscaldare per circa due minuti.  Prestate molta attenzione e usate estrema cautela in questa fase perché la fiamma che si alzerà sarà piuttosto alta ed è un momento delicato e pericoloso; non accendetela mai in presenza di materiali infiammabili nelle vicinanze, correnti d'aria, bambini, animali, ecc.  e soprattutto non lasciatela mai incustodita fintanto che c'è il fuoco! Quando la pietrina sarà calda ( si vedrà un pochino colorata di rosso...) si spegne la fiamma che nel frattempo è possibile si sia anche leggermente abbassata. Poi si posiziona sopra di esso, il tappo speciale con le fessure...grande e lavorato: il coprifiamma o ghiera; dopo si colloca la lampada al centro della stanza, o dove preferite voi: essa ha già cominciato il suo "lavoro"! In genere 20 minuti mezz'ora, sono sufficienti per profumare e disinfettare un locale di circa 10-12 M²! Ma secondo il mio modesto parere, si riesce tranquillamente a coprire superfici molto più ampie.  Per spegnerla basterà mettere sopra lo stoppino, il tappino piccolo in metallo, che serve per togliere l'ossigeno e interrompere il processo combustivo.
In commercio adesso si trova facilmente il combustibile per la lampada; esso non è altro che alcool isopropilico in genere al 95%. Inoltre le fragranze sono molteplici e per tutti i nasi! L'unico inconveniente è che a mio modesto parere, bisogna utilizzarle con parsimonia ed eventualemente se e quando strettamente necessario, in quanto il costo di queste bellissime lampade (particolarmente le originali di alcune linee speciali della Lampe Berger), e dei liquidi profumanti non è proprio "economicissimo"! In ogni modo ora sono disponibili in commercio bellissimi modelli base (sempre Lampe Berger) e altri brands a prezzi decisamente più abbordabili (più o meno intorno alle 10/15/20 Euro), che garantiscono un' eccellente funzionamento e un gradevolissimo design, studiate per chi magari non vuole rinunciare al gusto di un' ambiente deliziosamente arredato, profumato e sanificato senza per questo dover spendere un capitale; ce ne sono per tutte le tasche e per tutti i gusti! Evviva! Consiglio vivamente l'acquisto di questo prodotto! Sono bellissime, funzionali, eleganti ed inoltre, possono diventare meravigliosi oggetti da regalare. In ultimo ci terrei a sottolineare una cosa: anche se le lampade svolgono delle funzioni importantissime una di queste è l'azione battericida, non sono (secondo me) da considerare dei presidi medici! Per cui non pensate di sostituirle ai farmaci! Un'altra cosa: fate comunque molta attenzione alle ricariche per lampade catalitiche: acquistate sempre e solo prodotti di alta qualità decisamente buoni, perché se cosi non fossero, oltre a dare problemi a livello allergico e respiratorio, potrebbero essere decisamente inquinanti. Ok? Per fortuna la stra-grande maggioranza in commercio, sono tutti prodotti davvero eccezionali. Detto questo godetevi le vostre lampadone in santa pace e assaporatene l'atmosfera! Qui...un mio video per mostrare il funzionamento della lampada.

Nessun commento:

Posta un commento

Siete i benvenuti: scrivetemi!